Perdere peso con la dieta del tè verde

Perdere peso e rimettersi in forma in tempi rapidi è il sogno di molti, soprattutto dopo gli eccessi a tavola dovuti agli abbondanti e golosi menù delle feste natalizie. Ma come scegliere la dieta adeguata alle proprie esigenze? Certamente confrontandosi con uno specialista che potrà fornire il piano alimentare migliore adeguato al nostro caso. Se il nostro obiettivo è quello di perdere qualche kg in poco tempo, potrebbe essere propizia per noi la dieta del tè verde. Scopriamo di cosa si tratta.

La dieta del tè verde

La dieta del tè verde promette di far perdere a chi la segue almeno 4 kg in due settimane. Il programma prevede l’inserimento nel menù quotidiano di almeno 3 tazze di tè verde associate agli alimenti più giusti per la dieta. Nel complesso si ha un piano alimentare leggero ed equilibrato, che sfrutta accanto alla dieta sana le proprietà benefiche del tè verde, che rende più facile il dimagrimento grazie alla sua azione lipolitica e alla stimolazione della diuresi. Bere tè verde aiuta anche a combattere l’invecchiamento precoce, favorisce la digestione e migliora la circolazione sanguigna. Questo particolare tipo di tè, a differenza degli altri si ottiene dalle foglie essiccate della pianta ma in modo da ottenere una concentrazione minore di caffeina con più polifenoli. Il tè verde ci aiuta dunque a favorire maggiormente l’azione brucia grassi del metabolismo, a perdere peso, a sgonfiare la pancia. Bere tè verde favorisce inoltre il senso di sazietà tenendo a bada gli attacchi di fame improvvisi prima dei pasti. Bere tè verde migliora l’attenzione e la concentrazione, aiutandoci così anche a seguire fermamente i nostri propositi di rimetterci in forma. Il tè verde aiuta inoltre a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue. Ma come si struttura esattamente la dieta del tè verde? Vediamo un esempio di menù.

Menù esempio

La dieta del tè verde è basata su un programma alimentare da 1200 calorie giornaliere con l’obiettivo della perdita di 4 kg in due settimane di regime dietetico. Nel menù sono consigliati condimenti a base di olio extravergine di oliva e dolcificanti ipocalorici per le tisane. Il menù di esempio vede tutti i giorni per due settimane una colazione a base di una tazza di tè verde, due vasetti di yogurt greco bianco o una tazza di latte parzialmente scremato e 3 fette biscottate. Lo spuntino di metà mattinata vorrà una tazza di tè verde accompagnata da 2 biscotti secchi mentre lo spuntino di metà pomeriggio verterà su una porzione di frutta fresca di stagione. Ricordiamo che una porzione vuol dire 200 grammi di frutta.

Per quanto riguarda il pranzo, nell’arco delle sue settimane si possono alternare questi esempi di menù:

  • Una tazza di tè verde, 40 grammi di bresaola con lattuga e pomodori;

oppure

  • Una tazza di tè verde, 200 grammi di tonno al naturale, insalata di lattuga con germogli di soia, un panino di pane integrale;

oppure

  • Una tazza di tè verde, un piatto con 70 grammi di penne con 30 grammi di feta e qualche foglia di rucola;

Per quanto riguarda la cena, si può invece variare con questi esempi di piatti:

  • 120 grammi di pollo grigliato con lattuga e mezzo panino;

oppure

  • minestrone di verdure con piselli in umido, zucchine e mezzo panino integrale;

oppure

  • frittata di verdure con asparagi al vapore, pomodorini e mezzo panino integrale;

oppure

  • una bistecca ai ferri con contorno di insalata mista e pane integrale;

oppure

  • 50 grammi di pasta al pomodoro con parmigiano grattuggiato;

oppure

  • un trancio di pizza margherita;

oppure

  • insalatona di verdure crude miste con germogli di soia e contorno di patate lesse.

Come si può notare l’assunzione del tè verde per quanto riguarda i due pasti principali della giornata è prevista solo per quanto riguarda il pranzo.

Lascia un commento